Abbiamo preso spunto da un articolo pubblicato attraverso la nostra rubrica il Megafono per dedicare al Beppe internazionale questa pagina, ne sentivamo il bisogno da tanto.

Grillo è una persona da sempre sensibile ai problemi dell’ambiente, lo ricordiamo in ‘Te la do io l’America’ di ventisei anni fa dove già allora sottolineava i problemi dello spreco consumistico e le conseguenze che avrebbero provocati all’ambiente. Ricordiamo fra tutte la gag sulle spazzole dei tergicristalli, in maniera divertente ci insegnò che era sufficiente cambiare la striscia di gomma e non tutto il meccanismo come eravamo abituati a fare, uno spreco ingiustificato dato che le spazzole dei tergicristalli erano state concepite in modo che la gomma pulente si sfilasse agevolmente per permetterne la sostituzione. E’ stato probabilmente il primo ad utilizzare l’energia solare per la propria abitazione, e si batte adesso per la raccolta differenziata contro gli inceneritori, è ormai un paladino nella difesa dell’ambiente e quindi dell’umanità. Non crediamo di esagerare visto che mentre editiamo questa page al telegiornale hanno dato notizie del pericolo della probabile estinzione delle foche e dell’orso polare, causa lo scioglimento dei ghiacci del polo, causa l’effetto serra generato dalla combustione dei derivati fossili, causa la produzione di anidride carbonica (C02) dall’incenerimento in generale e quindi anche e soprattutto la termodistruzione(che non distrugge nulla) dei rifiuti. Speriamo solo di non sentire nei notiziari del pericolo dell’estinzione del genere umano.

i contenuti multimediali sono forniti dal blog di Beppe Grillo e da You Tube.com

Il fenomeno Grillo o quel fenomeno di Grillo

articolo del 23 Settembre 2007 dell'utente caballero

Comunque si vuole intendere, la questione denuncia il fallimento politico ma anche culturale e strutturale di questo paese, personalmente spero che sia vicina la resa dei conti, il giudizio universale, spero che gli italiani si riapproprino della loro dignità di persone e la smettano di farsi condurre come greggi nei recinti divenuti ormai troppo angusti, anche il pascolo ormai è magro, è tempo di un bel Vaffanculo a chi rema contro il benessere di tutti.
Grillo, questo signore, nonostante vada per gli …anta, ha mantenuto inalterata la visione dei fatti e delle cose esattamente come quando si ha vent’anni, non si è lasciato tramortire dalla propaganda della politica, dalla cultura del non senso della moda, in onda a tutte le ore tutti i giorni dai canali della ‘nostra’ (sigh!) televisione. Personalmente credo che al di là del sapiente uso della comicità, questa persona deve il suo successo alla propria dignità che non ha voluto piegarsi alle coercizioni, alle sopraffazioni di una classe politica corrotta, stupida, ignorante in larga parte e autoritaria, che usa il potere carpito con false promesse per arricchirsi indebitamente alle spalle del popolo che considera alla stregua di sudditi e, che dissipa le risorse del paese in scelte inopportune e sciagurate. La dignità ha guidato e guida le azioni di quest’uomo normale, forse l’unico in Italia capace di comportarsi con il coraggio proprio della normalità, con la freschezza e la semplicità dei giovani, quando non si ha paura delle conseguenze ma si affronta il torto a piè fermo anche se la lotta appare impari, quando ti sembra che il tuo avversario sia un gigante (in realtà, come afferma un altro signore altrettanto degno di stima, ‘è un nano coi trampoli’). Le accuse di qualunquismo (ma perché qualunquismo è una brutta parola? Non ci si riferisce forse con questa definizione ‘uomo qualunque’ a tutti noi che non investiti di cariche istituzionali lavoriamo (chi può!) per il benessere comune? Non sono stati forse i governi degli ultimi 40 anni i maggiori fautori della sfiducia nei confronti delle istituzioni? Non sono forse essi coloro che hanno tradito e continuano a farlo, il contratto sociale? ), sono solo le ultime reazioni di una casta che ferita mortalmente sotto il profilo morale, sbugiardata dalle verità incalzanti, tenta di ghermire il nemico (il nemico, certo, perché per queste persone chi attenta al sistema dei loro privilegi è un un nemico da abbattere anche fisicamente). Non faccio nomi solo perché non c’é bisogno, gli internauti sanno! Sanno dove guardare, la rete non lesina mai la conoscenza, la rete non mente e loro non scriverebbero mai ‘chiocciola’ con due c , neanche se fossero alla direzione di una prestigiosa testata giornalistica.

Per chi volesse approfondire il termine qualunquismo consigliamo di dare uno sguardo alla rubrica il Megafono’, c’è un link a notizie storiche che riguardono il cosidetto movimento.
Altro termine abusato e a sproposito, che merita approfondimento, è populismo che a nostro modo di vedere è un fatto positivo, dato che come movimento tende ad elevare le classi meno abbiente, dovrebbe essere il fine di ogni buon governo.
n.d.r.

La parte del Grillo

articolo del 25 Settembre 2007 dell'utente psio

risposta al commento di E. Scalfari sul popolo del V-day
 
© 2006-2010 - product by Soffice-Web  @mail-webmaster