Nelle guerre, sono le popolazioni civili a pagare il prezzo più alto; è il monito della storia, anche quella più recente: le bombe intelligenti, le mine antiuomo, il fosforo bianco, l'uranio impoverito.

Per sviluppare la mobilità e la comunicazione abbiamo ampliato la rete viaria, le reti telematiche, costruito le ferrovie.
Per fronteggiare le malattie abbiamo costruito gli ospedali.
E' per prepararci alle guerre che allarghiamo le caserme?


E' per questo che noi fili d'erba non vogliamo l'ampliamento della base NATO. E' per questo che Vicenza dice no!
E noi con loro lotteremo contro gli 'elefanti', contro le loro scelte, che sempre più appaiono intrise di bramosia di potere e di sangue di innocenti, incapaci ormai di opporsi al loro stesso sistema che, come un meccanismo impazzito sta fagocitando se stesso e tutti noi.

Non me ne vogliano questi nobili animali, il riferimento è unicamente alla stazza


"Non in nostro nome" dice lo striscione del gruppo di cittadini americani nella foto.


La manifestazione è un attestato di solidarietà partecipata, l'affermazione di una volontà consapevole che solo attraverso l'azione, pacifica e confortata dal diritto, si può indurre il cambiamento che ormai è improrogabile (penso al deterioramento climatico che sta imboccando la strada del non ritorno, frase ricorrente nelle relazioni che eminenti scienziati inutilmente, sottopongono alla scarsa attenzione dei loro governi per quello che è il problema dei problemi).
Sono piuttosto le dichiarazioni di certi politici che avvelenano i nostri rapporti con il popolo americano, sono dichiarazioni tendenziose, che mirano a dividere, poichè è dalle divisioni, nazionali ed internazionali, che loro traggono privilegi ed illecito arricchimento.
La manifestazione è un NO! forte all'alleanza delle armi, segna come altre manifestazioni simili, la speranza che sia il mondo degli uomini a diventare globale e non solo quello delle merci (armi), per poter più efficacemente affrontare i mali del mondo: la fame, la sete, la guerra, la disuguaglianza, l'ingiustizia, le inondazioni, ... .
+ american tourist, - american soldiers in Italy and in the world
 
Notizie e documenti dal sito altravicenza.it
1. Dove dovrebbe nascere Ederle2
2. C.Bottene - 1000 motivi per il NO!
3. A.Licata - Proposte operative alternative
4. A.Licata - Una base per le nuove guerre
No Dal Molin = crisi di governo ? - Cosa pensa la sinistra di sinistra
1. Dal Megafono - l'articolo di Caballero
2. Da E.C. - Le 12 condizioni di Prodi
3. Vuoi quest link per te? Usa la posta o il Megafono
4. Facci conoscere la tua opinione
© 2006-2010 - product by Soffice-Web  @mail-webmaster